Servizio di assistenza sociale Stampa

Il Servizio Sociale della Fondazione IRCCS Ca’ Granda garantisce l’intervento dell’assistente sociale (Dott.ssa Alessandra Spinelli) presso l’UO in modo stabile e continuativo collaborando con l’équipe multidisciplinare presente.

Per il servizio sociale obiettivo prioritario è quello di accertarsi che il bambino al quale è stata posta diagnosi di malattia renale sia assistito e tutelato nel modo più adeguato possibile.

A tal fine l’assistente sociale conosce e valuta il nucleo familiare chiamato a sostenere un impegno assistenziale particolarmente gravoso dovuto alle varie manifestazioni e fasi della malattia renale: esordio, terapie, trattamento dialitico,trapianto e post trapianto.

Compito primario dell’assistente sociale è quello di favorire l’aderenza terapeutica del paziente e della sua famiglia attraverso:

 

  • una relazione di aiuto con i genitori per costruire insieme un progetto di intervento in cui si riconoscano e utilizzino le risorse proprie o quelle offerte dal contesto familiare e sociale di appartenenza
  • l’orientamento ed accompagnamento nel nostro sistema normativo e assistenziale affinché possano essere attivate le tutele previste al minore e alla sua famiglia (invalidità civile, permessi lavorativi, trasporti protetti)
  • l’attivazione e la collaborazione con i servizi territoriali del paziente per progetti personalizzati a seconda della caratteristiche individuali del malato e della propria rete di supporto (ADI, continuità assistenziale, attività educative, inserimenti scolastici e lavorativi, ecc.)
  • Particolare attenzione viene posta al processo che conduce al trapianto di rene. L’assistente sociale valuta le condizioni sociali, familiari e abitative per verificarne l’idoneità e/o per attivare misure necessarie per superare e rimuovere eventuali limitazioni e ostacoli.
  • In accordo con l’équipe multidisciplinare dell’UO, attua interventi di tutela giuridica per situazioni di pregiudizio o trascuratezza.
 
© 2017 nefrologia pediatrica